Posts Tagged ‘sorrento’

Vetrella, la NASA e i pendolari del Sorrento

maggio 23, 2010

Sergio Vetrella è il nuovo assessore ai trasporti della Regione Campania: in passato si è occupato di impianti e sistemi aerospaziali, è stato presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, ha collaborato con quella Europea e con la NASA, tutti posti in cui delle condizioni in cui viaggiano quotidianamente tantissimi napoletani probabilmente non si impara granché.

Fatto sta che qualcuno ha ritenuto questo rispettabile studioso capace di risolvere problemi terra terra (problemi terrestri, diremmo), come quello del traffico cittadino, quello dei pendolari che affollano i vagoni del Sorrento-Napoli al mattino o quello della scarsità dei trasporti serali su gomma da e per il Centro Direzionale.

Auguri dal blog NapoliTrasporti, in fin dei conti nemmeno noi credevamo che Mourinho avrebbe vinto tre tituli.

Annunci

Il viaggio tipo secondo Collegare

febbraio 28, 2010

Imperdibile l’articolo che esce su Collegare (anno 1, numero 5, pagina 4) a firma di Antonella Marciano. La cronista viene inviata su di in treno per raccontare un “viaggio tipo” e riportare le opinioni dei passeggeri circa il servizio. Il “viaggio tipo”, in verità, è un viaggio di lusso, altro che “tipo”: si parte da Porta Nolana (un posto dove addirittura puoi “rischiare” di partire seduto) e si arriva a Sorrento, usando il direttissimo (che fa un numero ridotto di corse, ferma in pochissime stazioni e preso alle 8.11 sarà a dir poco comodo). Antonella raggiunge un gruppo di ragazzi che -ovviamente- nutrono “un profondo senso di riconoscenza verso la Circumvesuviana” perché, bello o brutto che sia il tempo, arrivano sempre in orario. Non solo! Possono evitare il traffico, le auto e gli automobilisti inferociti (che in direzione Torre Annunziata, dove si recano tutti i giorni a quell’ora praticamente sono assenti…). La cosa bella è che questi intervistati hanno tutte le fortune: difatti, per quanto critichino il ridotto numero di posti a sedere dei nuovi treni Metrostar (alla faccia della critica), sono riusciti anche a prenderlo qualche volta (dato che ne circolano centinaia…)! Cioè, ricapitolando: Antonella Marciano viaggia su un treno eccezionale, in un orario eccezionale, trovando gente soddisfatta ed entusiasta di viaggiare. E c’era bisogno che facesse lo sforzo di prendere il treno per raccontare di come vanno bene le cose?

Proponiamo un esperimento diverso: Collegare invia Antonella Marciano (con una bottiglina d’acqua) su un treno DIRETTO da prendere a Castellammare di Stabia dalle 8 alle 9 del mattino, magari per andare al Centro Direzionale, quindi con cambio obbligatorio a Piazza Garibaldi. Per rendere l’esperimento più divertente, possiamo scegliere il mese di giugno o di luglio, in una bella giornata di sole. Passato il tempo in qualche ufficio (ad esempio nella stazione stessa del Centro Direzionale), dopo le 17.50 deve ritornare a Castellammare di Stabia. Ovviamente ai viaggiatori devono essere fatte le stesse domande.

E, sì, alla cronista è permesso di abbandonare la prova quando lo desideri.   🙂

Altre 10 domande alla Circumvesuviana

settembre 20, 2009

1. Cosa fa Circumvesuviana o può fare contro il problema del sovraffollamento?

2. Su cosa si basa Circumvesuviana per contare il numero degli utenti a bordo di un treno?

3. Ha idea Circumvesuviana di quanti sono i viaggiatori che salgono in una certa stazione per prendere un treno in una certa direzione ad una certa ora?

4. Si è mai pensato di prendere accordi con EAVBUS per inviare autobus nelle ore di maggiore affollamento a supporto della clientela presso alcune importanti stazioni (Sorrento, Castellammare, Torre Annunziata, San Giorgio, Centro Direzionale, …)?

5. Cosa si voleva dimostrare con la sperimentazione del treno mattutino Sorrento-Napoli? E si è riusciti a dimostrarlo?

6. Con i nuovi treni, data la loro maggiore potenza, cambieranno anche gli orari?

7. Molti impiegati del Centro Direzionale escono da lavoro alle ore 17.30: per lei è ipotizzabile che (s’immagini d’estate e con un po’ di pancetta) riescano a raggiungere un treno che passa alle 17.34?

8. E’ ipotizzabile in futuro un treno direttissimo che alle 17.40 passi per il Centro Direzionale e si diriga a Sorrento?

9. I treni vecchi saranno mai dotati di condizionatori d’aria e di finestrini (o altro dispositivo) che assicurino un migliore ricambio di aria?

10. A cosa è dovuto il fenomeno, sperimentato da qualche utente, del treno che arriva più “corto”? Mancano le carrozze?

La Circumvesuviana, la carta dei mezzi servizi e un appunto sugli orari

luglio 4, 2009

Quando possiamo parlare bene di un servizio, come dimostrato dal penultimo post, lo facciamo senza problemi. Questo non ci obbliga a tacere ciò che non va bene, anzi, speriamo sempre che una critica costruttiva possa aiutare noi utenti. Ebbene, Circumvesuviana ha mandato in vigore gli orari estivi, e fin qui nulla di male. Ora, però, vorremmo che ci spiegasse se lavora anche a mezzo servizio. Perché? Perché quando con 30 gradi (certo, al coperto, ma senza un filo d’aria che non sia quella mossa dai treni) attendi il treno per Sorrento delle 18.11 da Piazza Garibaldi vorresti che il treno arrivasse tutto intero. Invece, senza preavviso, dopo che hai atteso 20 minuti e senza un motivo che tu possa capire, ti arriva mezzo treno, un treno, cioè, composto da un numero di vagoni nettamente inferiore al normale e insufficiente per contenere l’alto numero di utenti che si trova in attesa in quel momento. Noi utenti, però, il biglietto lo paghiamo per intero: mandateci treni interi perché su questi non possiamo salire.

Un appunto sugli orari: supponete (e uno degli autori di questo blog lo è) che un impiegato che lavora al Centro Direzionale termini il proprio lavoro alle 17.40 e debba andare a Sorrento. Può prendere il treno delle 17.49 e arrivare a Piazza Garibaldi alle 17.53. A quel punto attenderà circa 20 minuti per arrivare a prendere il treno per Sorrento. Se questo passa “corto” e lui non ce la fa ad entrare, il prossimo treno per Sorrento arriverà alle 18.41 (salvo nostri errori). Vi rendete conto che un’ora dopo essere uscito dal lavoro, l’impiegato ha percorso SOLO il chilometro che separa il Centro Direzionale da Piazza Garibaldi? Vi sembra normale? A noi non tanto.

Continuate così

giugno 27, 2009

Lodevole iniziativa di Circumvesuviana quella di istituire, per ora in forma sperimentale, un treno che da Sorrento raggiunga il Centro Direzionale senza il cambio a Piazza Garibaldi. In realtà, come si vede dalla pagina linkata, si tratta di due treni: il 1014 parte da Sorrento alle 7.09 e giunge (comunque) a Porta Nolana alle ore 8.13, il 1053 parte da Napoli alle 17.00 ed arriva a Sorrento alle 18.04. Il nostro augurio è che la (intelligente) sperimentazione vada a buon fine, di modo che possano essere aggiunti altri treni in altri orari, come ad esempio un 17.40 da Porta Nolana (Piazza Garibaldi 17.42, Centro Direzionale, 17.44) e che vengano comunque confermati i treni che fanno la tratta tradizionale, nella speranza che il numero degli utenti possa essere suddiviso su più corse. Continuate così!

Senza parole

gennaio 23, 2009

http://www.metropolisweb.it/vedimediaplayer.asp?idmultimedia=2726&categoria=videorriello, Giovanni Amato