Posts Tagged ‘Napoli’

Ancora sui pedaggi della A3 Napoli-Salerno

aprile 14, 2011

L’onorevole Iannuzzi non demorde

Annunci

Le nuove tariffe della A3, prime reazioni

gennaio 5, 2011
  1. http://www.metropolisweb.it/Notizie/Cronaca/autostrade_iannuzzi_vaccaro_ridurre_pedaggio.aspx
  2. http://lacittadisalerno.gelocal.it/dettaglio/pedaggio-autostradale-il-governo-blocchi-i-rincari/3103017
  3. http://www.positanonews.it/articoli/49727/salerno_napoli_autostrada_arriva_a_2_euro_aumentano_le_proteste.html
  4. http://www.lunaset.it/politica-napoli/cronaca-napoli/34754-autostrade-iannuzzi-vaccaro-ridurre-i-pedaggi-sulla-napoli-salerno.html

Le nuove tariffe della A3

dicembre 31, 2010

Siamo certi che le nuove tariffe susciteranno ben presto polemiche ed osservazioni da parte degli utenti del servizio. Una osservazione tra le varie possibili: Napoli-Torre Annunziata Nord costa ben 20 centesimi in meno di Napoli-Torre Annunziata Sud. Ora, un cittadino di Torre Annunziata Sud che voglia recarsi a Napoli per lavoro spenderà più del concittadino di Torre Annunziata Nord, per l’esattezza 40 centesimi al giorno, 2 euro in una settimana lavorativa, più di 8 euro al mese (e oltre 80 euro all’anno). Al cittadino di Torre Annunziata Sud non converrà utilizzare il casello di Torre Annunziata Nord, risparmiando i soldi per il caffè?

Telepass Napoli-Salerno: a chi conviene il pedaggio differenziato?

novembre 15, 2010

La tariffa in vigore è di 1,60 euro, la massima a quanto pare sarà di 2: quindi, Napoli-Salerno costerà 2 euro. Ciò vuol dire che tutti i pendolari che faranno Salerno-Napoli avranno una botta di 0,80 euro al giorno che in 20 giorni lavorativi (arrotondati per difetto) sono la bellezza di 16 euro (per fare lo stesso identico tratto di strada con tutti i problemi che questo ha). Inoltre, forse ricordiamo male, si era detto inizialmente che la tariffa massima sarebbe stata equivalente al pedaggio attuale: sembrerebbe, però, che non sia così. Ciò potrebbe voler dire che l’utente di Castellammare di Stabia (ad esempio) pagherà per raggiungere Napoli più di quanto paga adesso. Ma allora questo pedaggio differenziato a chi conviene? Chi avvantaggia? Sembra disegnato contro le tasche di molti utenti, oltretutto in un periodo di forte crisi. E quali altri mezzi avrebbero gli utenti per raggiungere Napoli? Ci si aspetterebbe come minimo potenziamenti nei trasporti pubblici ma nulla di tutto ciò viene menzionato: qui si ritiene che la gente vada semplicemente spremuta, tanto non può fare a meno di andare a lavorare e la strada statale ed il sovraccarico di alcuni mezzi pubblici sono di per sé deterrenti. Anzi, non solo la gente va a lavorare lontano da casa, ma deve essere anche tartassata maggiormente, come se non bastasse… La cosa, infatti, sembrerebbe favorire chi deve andare da Nocera ad Angri (o da Torre Annunziata a Torre del Greco), ad esempio: ma, in tutta onestà, quanti saranno mai questi casi? Vogliamo fare uscire delle cifre serie e facciamo vedere quanta gente ogni giorno si reca a Napoli-città o comunque fa percorsi lunghi? Associazioni dei consumatori dove siete? Se sono vere le fasce qui riportate secondo noi dovreste fare qualcosa… in fretta…

Quando finiscono i lavori sull’Asse Mediano?

agosto 1, 2010

Apprendiamo che nei giorni scorsi i vigili del comune di Casandrino hanno multato una povera maestra pendolare per aver superato di 1 chilometro orario il limite massimo consentito. Ci sembra un comportamento tutt’altro che tollerante: come fa la guidatrice a capire se si trova a 70 o a 71?

L’articolo che linkiamo, però, pone un altro annoso problema, di cui dalla nostre parti si parla ben poco. E cioè: quando finiranno i lavori sull’Asse Mediano? Qui qualche risorsa per chi voglia farsi un’idea:

1. Maxsomagazine
2. AmbienteVivo
3. YahooAnswers
4. PositanoNews
5. …

Cos’hanno in comune tutte queste risorse? Che sono scritte da gente comune! Sembra quasi che nessun organo di informazione serio si interessi di lavori che vanno avanti (?) da anni e anni causando problemi incredibili (e danni, forse da chiedere a qualcuno…) ai pendolari che sono costretti a percorrere questa strada.

Riprendiamo pari pari il testo del quarto link, postato il 10 aprile su PositanoNews a firma di Raffaele Pirozzi perché crediamo che sintetizzi bene lo stato d’animo di persone che non sanno più con chi protestare e che credono che le istituzioni e la giustizia siano assenti:

Sono all’incirca sette anni che migliaia di cittadini sono costretti a percorrere l’Asse Mediano– che da Lago Patria porta a Nola – attraverso le continue interruzioni per lavori in corso che oramai sono diventate quasi quotidiane. File di automobili -lunghe anche 4 o 5 Kilometri – sia all’andata che al ritorno!!!!! Insomma ogni automobilista è costretto a sostare nel traffico per circa un’ora senza alcuna possibilità di vedere il termine dei lavori. La domanda che gli automobilisti si fanno spesso è:”Perché queste interruzioni ed i relativi lavori non possono essere accorpati ed eseguiti in una sola volta e per sempre???? Ed invece no!!! Si rifà il manto stradale; poi a breve si sostituiscono i pali della luce; e poi in un’altra occasione si pensa ai guard-rail ….e cosi via. Insomma da circa sette anni è una pena continua, uno stillicidio giornaliero per i “poveri” automobilisti. Il Prefetto di Napoli conosce la situazione? E’ informato del disagio degli automobilista? Quali sono i controlli che vengono fatti per accellerare i lavori? Abbiamo l’impressione che questi lavori saranno ancora in atto per diversi anni. A noi cittadini – senza diritti – non resta che subire e pagare senza poter dire niente.

Segnala su Facebook

Ma perché, quanti militari viaggiano?

luglio 16, 2010

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2010/07/16/news/trasporti_i_tagli_della_regione_pagheranno_anche_gli_agenti-5622042/

Segnala su Facebook

Vetrella, la NASA e i pendolari del Sorrento

maggio 23, 2010

Sergio Vetrella è il nuovo assessore ai trasporti della Regione Campania: in passato si è occupato di impianti e sistemi aerospaziali, è stato presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, ha collaborato con quella Europea e con la NASA, tutti posti in cui delle condizioni in cui viaggiano quotidianamente tantissimi napoletani probabilmente non si impara granché.

Fatto sta che qualcuno ha ritenuto questo rispettabile studioso capace di risolvere problemi terra terra (problemi terrestri, diremmo), come quello del traffico cittadino, quello dei pendolari che affollano i vagoni del Sorrento-Napoli al mattino o quello della scarsità dei trasporti serali su gomma da e per il Centro Direzionale.

Auguri dal blog NapoliTrasporti, in fin dei conti nemmeno noi credevamo che Mourinho avrebbe vinto tre tituli.

Le proteste che bloccano il traffico

maggio 4, 2010

La cosa inquietante, volendo, è che in quella zona in alcune ore è così facile trovere traffico che non si distinguerebbe facilmente una protesta da una giornata qualunque. Va detto, però, che si continua con l’insana abitudine di lavoratori che organizzano scioperi che danneggiano altri lavoratori.

Il ritardo come movente

novembre 17, 2009

http://napoli.repubblica.it/dettaglio/autista-del-bus-accoltellato-movente:-era-in-ritardo/1781193

Organizzati per fare cosa?

ottobre 17, 2009

Se sono stati dei “disoccupati organizzati”, ci domandiamo: ma chi, e perché, dovrebbe assumere qualcuno in grado di fare una cosa del genere?