Posts Tagged ‘collegare’

Il viaggio tipo secondo Collegare

febbraio 28, 2010

Imperdibile l’articolo che esce su Collegare (anno 1, numero 5, pagina 4) a firma di Antonella Marciano. La cronista viene inviata su di in treno per raccontare un “viaggio tipo” e riportare le opinioni dei passeggeri circa il servizio. Il “viaggio tipo”, in verità, è un viaggio di lusso, altro che “tipo”: si parte da Porta Nolana (un posto dove addirittura puoi “rischiare” di partire seduto) e si arriva a Sorrento, usando il direttissimo (che fa un numero ridotto di corse, ferma in pochissime stazioni e preso alle 8.11 sarà a dir poco comodo). Antonella raggiunge un gruppo di ragazzi che -ovviamente- nutrono “un profondo senso di riconoscenza verso la Circumvesuviana” perché, bello o brutto che sia il tempo, arrivano sempre in orario. Non solo! Possono evitare il traffico, le auto e gli automobilisti inferociti (che in direzione Torre Annunziata, dove si recano tutti i giorni a quell’ora praticamente sono assenti…). La cosa bella è che questi intervistati hanno tutte le fortune: difatti, per quanto critichino il ridotto numero di posti a sedere dei nuovi treni Metrostar (alla faccia della critica), sono riusciti anche a prenderlo qualche volta (dato che ne circolano centinaia…)! Cioè, ricapitolando: Antonella Marciano viaggia su un treno eccezionale, in un orario eccezionale, trovando gente soddisfatta ed entusiasta di viaggiare. E c’era bisogno che facesse lo sforzo di prendere il treno per raccontare di come vanno bene le cose?

Proponiamo un esperimento diverso: Collegare invia Antonella Marciano (con una bottiglina d’acqua) su un treno DIRETTO da prendere a Castellammare di Stabia dalle 8 alle 9 del mattino, magari per andare al Centro Direzionale, quindi con cambio obbligatorio a Piazza Garibaldi. Per rendere l’esperimento più divertente, possiamo scegliere il mese di giugno o di luglio, in una bella giornata di sole. Passato il tempo in qualche ufficio (ad esempio nella stazione stessa del Centro Direzionale), dopo le 17.50 deve ritornare a Castellammare di Stabia. Ovviamente ai viaggiatori devono essere fatte le stesse domande.

E, sì, alla cronista è permesso di abbandonare la prova quando lo desideri.   🙂

Annunci

Circumvesuviana partorisce Collegare

gennaio 1, 2010

Sì, è vero, La Circumvesuviana è spesso nei nostri pensieri…   🙂
Dopo le esperienze di A&R (fallita) e di Circumvesuvianando (molto vitale), Circumvesuviana si “avventura nel mare magnum dell’informazione libera”. Già (sospirone), perché è arrivato “Collegare”. Si tratta di un foglio che nasce per i dipendenti di Circumvesuviana ma ambisce a raggiungere le famiglie dei dipendenti ed i clienti stessi. Segnaliamo subito una cosa divertente: nel presentare il giornale, un redattore anonimo ci informa del fatto che il criterio con il quale saranno scelte le notizie sarà quello di raccontare ciò che accade nei territori attraversati dalla Circumvesuviana. Interessante, direte voi (e, in via del tutto teorica, immaginiamo quali introiti pubblicitari se ne potrebbero ricavare, diremmo noi). Poi, però, scopriamo che il sommario di questa settimana presenta una intervista a don Tonino Palmese, che si parlerà della comunità dello Sri Lanka a Napoli, del calcio delle scuole calcio e di come si vive oggi in Palestina. Ma mafia, immigrazione, formazione e conoscenza del mondo in generale non sono temi che vanno ben al di là delle rotaie (e delle rotative) della Circumvesuviana?

Chi vuole intervenire con suggerimenti, critiche ed osservazioni può farlo scrivendo a collegare@vesuviana.it. Noi rimaniamo nelle rotaie ed interveniamo chiedendo la pubblicazione delle domande che vengono fatte ai clienti per conoscere il livello di soddisfazione circa il servizio.

P.S.: comunque, su Collegare non perdetevi l’articolo di GioNa