Posts Tagged ‘Circumvesuviana’

Dell’impupazzatura

marzo 25, 2010

Tempo fa, tramite il nostro blog, suggerimmo a Circumvesuviana di avviare un restyling simile a quello che anni prima era stato realizzato per alcune stazioni della metropolitana di Napoli. Successivamente, per via traverse, venimmo a sapere dell’operazione 4+40. Da oggi conosciamo il senso del prezioso termine impupazzatura, che vi consigliamo vivamente di approfondire e far entrare nel vostro lessico. Che dire? Leggendo il post in questione sembrerebbe che con qualche imbiancata e qualche mano di stucco l’azienda voglia far dimenticare all’utente di porte di treni che non si chiudono quando devono chiudersi (con conseguente ritardo), di treni trasformati in fumogeni, del caldo che tra poco farà, della folla e dei treni blu che prendono in pochi.

Annunci

Turisti fai da te

marzo 24, 2010

Ci sono cose che la Circumvesuviana potrebbe fare e non fa. A volte non si tratta di cose difficili, ma di cose alla portata di molti, evidentemente non di tutti. Sono cose che riguardano la Comunicazione.

Tutti gli anni in questo periodo i vagoni della Circumvesuviana cominciano ad essere visitati da moltissimi viaggiatori che sono in effetti turisti stranieri: si tratta di gruppi o comitive di ragazzi e/o anziani, spesso carichi di bagagli, alcuni dei quali enormi. Ora, c’è un fenomeno molto noto ai viaggiatori ed è quello dei poveri pendolari che tornano a casa dopo il lavoro: sono tanti e già da soli ingombrano i treni.

Cosa costa all’azienda una banale segnalazione (ad esempio sul sito nella sua versione in inglese o mediante affissioni presso le stazioni più importanti)? Basterebbe scrivere: cari ragazzi/gentili turisti stranieri, per un viaggio più agevole viaggiate da Napoli nei seguenti orari, dato che negli altri ci sono i pendolari che già stanno stretti. Magari stampare degli opuscoli da dare agli alberghi… telefonare alla proloco… scriverne spesso su Collegare… fate voi… che sarà mai…

Immagini di repertorio

marzo 13, 2010

4+40=44

gennaio 16, 2010

Il sito della Circumvesuviana è semplice da navigare e permette in pochi istanti di consultare l’orario ferroviario. Solo che, a nostro modesto avviso, il sito non viene utilizzato dall’azienda in tutte le sue potenzialità, specie quando ci troviamo nell’ambito della comunicazione alla clientela. Insomma, si parla (su Internet) di un progetto denominato “4+40”, ad esempio qui ed esiste un pdf online (tutt’altro che ufficioso) in cui vi si fa cenno.

Ora: per quale ragione questo pdf, che ha l’ufficialità che può avere un comunicato stampa, non si trova sul sito della Circumvesuviana? E’ una iniziativa interessante, che ci ricorda anche un nostro vecchio post: perché gli utenti debbono venirne a conoscenza da canali diversi da quello di vesuviana.it?

Autolinee Circumvesuviana > Eavbus

gennaio 2, 2010

Molti utenti raggiungono questo blog mentre cercano informazioni sugli orari. Di recente, moltissimi sono alla ricerca degli orari delle autolinee della Circumvesuviana, che prima si trovavano su vesuviana.it, mentre adesso dovrebbero trovarsi qui:

http://www.eavbus.it/opencms/eavbus/orari/ordinarie/index.html (paragrafo “Ex-Circumvesuviana”)

Su vesuviana.it trovate ancora (ovviamente) gli orari dei treni.

P.S.: se per caso cercate gli orari della Circolare Pompei-Torre Annunziata-Pompei sappiate che essi, come ai tempi della Circumvesuviana, si trovano sempre nella terza pagina PDF dello Scafati-Torre Del Greco-Napoli. E che vuoi fare… uno si affeziona…   😉

La nuova stazione di Boscotrecase

gennaio 2, 2010

Ancora una critica alla nuova “location” della stazione della Circumvesuviana di Boscotrecase, questa volta tratta dal settimanale online TorreSette. La copiamo e incolliamo perché i messaggi del forum del sito sono destinati con il tempo ad essere cancellati:

passpartout
boscotrecase
01/01/2010 23.16.01
Credo che la nuova stazione circum di Boscotrecase,a parte la inutile grandezza,non serva a nessuno.Essa infatti a differenza della vecchia,è lontano da tutto,in un luogo desolato mal servito e male illuminato.Luogo ideale per scippi e rapine.Grossa parte dei cittadini boschesi si è già rifiutata di servirsene,sopratutto di sera.Come si fa a progettare una stazione lontano da tutto? E poi ci invitano a prendere i mezzi pubblici per snellire il traffico.Sfido chiunque a mandare a prendere il treno ai propi figli di sera in luogo così.

Circumvesuviana partorisce Collegare

gennaio 1, 2010

Sì, è vero, La Circumvesuviana è spesso nei nostri pensieri…   🙂
Dopo le esperienze di A&R (fallita) e di Circumvesuvianando (molto vitale), Circumvesuviana si “avventura nel mare magnum dell’informazione libera”. Già (sospirone), perché è arrivato “Collegare”. Si tratta di un foglio che nasce per i dipendenti di Circumvesuviana ma ambisce a raggiungere le famiglie dei dipendenti ed i clienti stessi. Segnaliamo subito una cosa divertente: nel presentare il giornale, un redattore anonimo ci informa del fatto che il criterio con il quale saranno scelte le notizie sarà quello di raccontare ciò che accade nei territori attraversati dalla Circumvesuviana. Interessante, direte voi (e, in via del tutto teorica, immaginiamo quali introiti pubblicitari se ne potrebbero ricavare, diremmo noi). Poi, però, scopriamo che il sommario di questa settimana presenta una intervista a don Tonino Palmese, che si parlerà della comunità dello Sri Lanka a Napoli, del calcio delle scuole calcio e di come si vive oggi in Palestina. Ma mafia, immigrazione, formazione e conoscenza del mondo in generale non sono temi che vanno ben al di là delle rotaie (e delle rotative) della Circumvesuviana?

Chi vuole intervenire con suggerimenti, critiche ed osservazioni può farlo scrivendo a collegare@vesuviana.it. Noi rimaniamo nelle rotaie ed interveniamo chiedendo la pubblicazione delle domande che vengono fatte ai clienti per conoscere il livello di soddisfazione circa il servizio.

P.S.: comunque, su Collegare non perdetevi l’articolo di GioNa

La soddisfazione di viaggiare in Circumvesuviana

dicembre 18, 2009

Di recente, è apparso sul sito web della Circumvesuviana questo pdf che contiene le seguenti lapidarie parole:

Dal 1° dicembre 2009 parte l’indagine per la rilevazione della
soddisfazione dei Clienti del servizio ferroviario.
Rispondere è un Vostro diritto
Migliorare la Qualità è un nostro dovere

Ora, cosa significa “parte l’indagine”? Che qualcuno indagherà su qualcosa a partire da un tale giorno. Non ci viene detto, però, nulla sul modo in cui saranno raccolti i dati.

Ci fermeranno impiegati della Circumvesuviana e ci intervisteranno? Ci saranno moduli bianchi che possiamo spedire? Esiste online, in un posto che non siamo stati in grado di trovare, un form in cui sia possibile esprimere le nostre opinioni, oltretutto chiarissime anche senza l’ausilio di sondaggi? Dobbiamo telefonare ad un numero verde e sottoporci ad un test? E cosa ci garantirà che i nostri pensieri arriveranno “intatti” alle orecchie di chi di dovere? E chi di dovere può davvero fare qualcosa? E’ davvero interessato a sapere cosa ne pensiamo?

Migliorare la qualità è sicuramente un dovere di Circumvesuviana: troviamo, però, il messaggio dato dalla Direzione molto poco trasparente e nutriamo dei dubbi sia sul modo in cui sarà realizzato il sondaggio, sia sulla fine che faranno i dati raccolti.

Naturalmente, speriamo di essere smentiti (e anche ascoltati).

P.S.: nelle ultime ore, sul forum di Circumvesuvianando un macchinista ha così risposto ad un utente che chiedeva (appunto) come avvenisse la raccolta delle informazioni:

Se non ricordo male, ci dovrebbero essere sui treni dei ragazzi che intervistano i viaggiatori, sono loro che avvicinano le persone da intervistare e sono riconoscibili da un tesserino appuntato sul petto e da una cartellina che hanno in dotazione.

Speriamo di incontrare qualcuno di questi ragazzi: saranno certamente dotati di un questionario e ci piacerebbe molto dare una sbirciata.

Rami sulla ferrovia Circumvesuviana

novembre 28, 2009

Con tutto quello che è successo soltanto pochi mesi fa ai macchinisti della Circumvesuviana, c’è ancora qualcuno che si diverte a tagliare alberi sulla linea…

Altre 10 domande alla Circumvesuviana

settembre 20, 2009

1. Cosa fa Circumvesuviana o può fare contro il problema del sovraffollamento?

2. Su cosa si basa Circumvesuviana per contare il numero degli utenti a bordo di un treno?

3. Ha idea Circumvesuviana di quanti sono i viaggiatori che salgono in una certa stazione per prendere un treno in una certa direzione ad una certa ora?

4. Si è mai pensato di prendere accordi con EAVBUS per inviare autobus nelle ore di maggiore affollamento a supporto della clientela presso alcune importanti stazioni (Sorrento, Castellammare, Torre Annunziata, San Giorgio, Centro Direzionale, …)?

5. Cosa si voleva dimostrare con la sperimentazione del treno mattutino Sorrento-Napoli? E si è riusciti a dimostrarlo?

6. Con i nuovi treni, data la loro maggiore potenza, cambieranno anche gli orari?

7. Molti impiegati del Centro Direzionale escono da lavoro alle ore 17.30: per lei è ipotizzabile che (s’immagini d’estate e con un po’ di pancetta) riescano a raggiungere un treno che passa alle 17.34?

8. E’ ipotizzabile in futuro un treno direttissimo che alle 17.40 passi per il Centro Direzionale e si diriga a Sorrento?

9. I treni vecchi saranno mai dotati di condizionatori d’aria e di finestrini (o altro dispositivo) che assicurino un migliore ricambio di aria?

10. A cosa è dovuto il fenomeno, sperimentato da qualche utente, del treno che arriva più “corto”? Mancano le carrozze?