Quando finiscono i lavori sull’Asse Mediano?

Apprendiamo che nei giorni scorsi i vigili del comune di Casandrino hanno multato una povera maestra pendolare per aver superato di 1 chilometro orario il limite massimo consentito. Ci sembra un comportamento tutt’altro che tollerante: come fa la guidatrice a capire se si trova a 70 o a 71?

L’articolo che linkiamo, però, pone un altro annoso problema, di cui dalla nostre parti si parla ben poco. E cioè: quando finiranno i lavori sull’Asse Mediano? Qui qualche risorsa per chi voglia farsi un’idea:

1. Maxsomagazine
2. AmbienteVivo
3. YahooAnswers
4. PositanoNews
5. …

Cos’hanno in comune tutte queste risorse? Che sono scritte da gente comune! Sembra quasi che nessun organo di informazione serio si interessi di lavori che vanno avanti (?) da anni e anni causando problemi incredibili (e danni, forse da chiedere a qualcuno…) ai pendolari che sono costretti a percorrere questa strada.

Riprendiamo pari pari il testo del quarto link, postato il 10 aprile su PositanoNews a firma di Raffaele Pirozzi perché crediamo che sintetizzi bene lo stato d’animo di persone che non sanno più con chi protestare e che credono che le istituzioni e la giustizia siano assenti:

Sono all’incirca sette anni che migliaia di cittadini sono costretti a percorrere l’Asse Mediano– che da Lago Patria porta a Nola – attraverso le continue interruzioni per lavori in corso che oramai sono diventate quasi quotidiane. File di automobili -lunghe anche 4 o 5 Kilometri – sia all’andata che al ritorno!!!!! Insomma ogni automobilista è costretto a sostare nel traffico per circa un’ora senza alcuna possibilità di vedere il termine dei lavori. La domanda che gli automobilisti si fanno spesso è:”Perché queste interruzioni ed i relativi lavori non possono essere accorpati ed eseguiti in una sola volta e per sempre???? Ed invece no!!! Si rifà il manto stradale; poi a breve si sostituiscono i pali della luce; e poi in un’altra occasione si pensa ai guard-rail ….e cosi via. Insomma da circa sette anni è una pena continua, uno stillicidio giornaliero per i “poveri” automobilisti. Il Prefetto di Napoli conosce la situazione? E’ informato del disagio degli automobilista? Quali sono i controlli che vengono fatti per accellerare i lavori? Abbiamo l’impressione che questi lavori saranno ancora in atto per diversi anni. A noi cittadini – senza diritti – non resta che subire e pagare senza poter dire niente.

Segnala su Facebook

Annunci

Tag: , , ,

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: